• Hardware
  • Posted
  • Hits: 991

NVIDIA si affida all'esperienza di Steve Scott, ex dirigente di Cray

nvidia-logo_0NVIDIA ha annunciato oggi l’intenzione di affidare la sua divisione di elaborazione a elevate prestazioni a Steve Scott, per lungo tempo dirigente di primo piano di Cray Inc. Come Chief Technology Officer (CTO) della divisione Tesla™ di NVIDIA, Scott sarà responsabile della roadmap e dell’architettura dei processori Tesla. I processori Tesla stanno rapidamente diventando una tecnologia fondamentale per l’accelerazione dell’HPC e da più parti vengono visti come la base fondante verso il computing in exaflop.



Scott, 45 anni di età, ha fatto parte di Cray per 19 anni, gli ultimi sei dei quali trascorsi nel ruolo di Senior Vice President e CTO, con responsabilità per la definizione della tecnologia e della roadmap per l’architettura dei sistemi Cray. Detiene 27 brevetti Statunitensi nelle aree delle reti di interconnessione, della microarchitettura dei processori, della coerenza della cache, dei meccanismi di sincronizzazione e delle architetture parallele scalabili.

Un noto esperto nei campi delle architetture per computer ad alte prestazioni e delle reti di interconnessione, Scott nel 2005 ha ricevuto l’ACM Maurice Wilkes Award e l’IEEE Seymour Cray Computer Engineering Award. Ha fatto parte di numerosi comitati di programmazione e consultivi.

“Ben pochi sul pianeta possono affermare di avere una comprensione a livello di sistema altrettanto profonda di quella di Steve nel campo dell’elaborazione a elevate prestazioni”, ha dichiarato Bill Dally, Chief Scientist di NVIDIA. “La decisione di Steve di unirsi a NVIDIA dice chiaramente che l’elaborazione accelerata dalle GPU è a tutti gli effetti il futuro dell’HPC. Steve Scott ricoprirà un ruolo centrale nella definizione dell’architettura dei supercomputer più potenti del mondo.”

Scott ha ottenuto un diploma di laurea B.S. in ingegneria elettrotecnica e informatica, un diploma di laurea M.S. in informatica e un Ph.D. in architetture di computer dalla University of Wisconsin, Madison, dove è stato anche parte della Wisconsin Alumni Research Foundation e Hertz Foundation Fellow.

Redazione - XtremeHardware