• Hardware
  • Posted
  • Hits: 742

Le GPU Nvidia Tesla accelerano il Supercomputer Blue Waters dell'NCSA

Tags: nvidiaUSAgputeslasupercomputerncsablue waters

nvidia-logo_0SEATTLE, Washington — SC11 — 12-18 novembre 2011 — NVIDIA ha annunciato che il National Center for Supercomputing Applications (NCSA), che si trova nella University of Illinois at Urbana-Champaign, sta realizzando un supercomputer Cray accelerato da GPU NVIDIA® Tesla™ GPU come parte del progetto Blue Waters che ha come scopo la creazione di uno dei sistemi di calcolo più potenti al mondo.

Le GPU Tesla aiuteranno NCSA a portare a termine con successo il progetto Blue Waters, che ha il compito di realizzare un supercomputer in grado di fornire prestazioni sostenute di un petaflop a una gamma diversificata di applicazioni tecniche e scientifiche del mondo reale.  Supportato dalla National Science Foundation e dalla University of Illinois, il progetto Blue Waters permetterà a scienziati e ingegneri di tutti gli Stati Uniti di eseguire ricerche scientifiche rivoluzionarie.

“NCSA è davvero entusiasta dell'inclusione delle GPU NVIDIA Tesla nel progetto Blue Waters”, ha dichiarato Thom Dunning, direttore dell'Institute for Advanced Computing Applications and Technologies e del National Center for Supercomputing Applications della University of Illinois at Urbana-Champaign.  “Le GPU offrono capacità straordinarie di calcolo numerico e rappresentano un metodo conveniente ed efficiente dal punto di vista dell'assorbimento energetico per costruire i supercomputer in scala petaflop di domani.”

“NCSA ha colto l'opportunità di trasformare Blue Waters in uno strumento scientifico ancora più performante di quanto avessimo progettato originariamente”, ha dichiarato Steve Scott, Chief Technology Officer di Tesla per NVIDIA.  “Le performance e l'accessibilità di Blue Waters consentiranno alla comunità scientifica di accelerare il ritmo del progresso della scienza.”

 

I supercomputer più potenti, come Blue Waters, permettono di simulare la natura con maggiore precisione.  Più di 25 team scientifici sono già stati selezionati per eseguire ricerche usando Blue Waters, in campi che abbracciano la dinamica molecolare, l'astrofisica, la progettazione antisismica e la scienza dei materiali.

 

Le GPU NVIDIA Tesla accelerano alcune delle applicazioni più impegnative unitamente al grande numero di CPU del sistema Cray.  Il sistema Blue Waters sarà un potente supercomputer ibrido con più di 235 rack Cray XE6 e oltre 30 rack di una versione futura del supercomputer Cray XK6, recentemente annunciato, che include GPU NVIDIA Tesla di nuova generazione basate sull'architettura “Kepler”.

 

Il progetto Blue Waters si focalizza sul conseguimento di prestazioni petaflop sostenute per affrontare questioni scientifiche e ingegneristiche.  NCSA collaborerà strettamente con NVIDIA e Cray per espandere l'uso efficiente di questa parte dell'architettura Blue Waters per le applicazioni reali.

Le GPU Tesla sono acceleratori di elaborazione in parallelo basati sull'architettura CUDA.    Gli sviluppatori di applicazioni per il supercomputer Blue Waters possono accelerare applicazioni in C, C++, o Fortran usando semplici direttive per compilatore, oppure usando gli strumenti di NVIDIA CUDA.  Le direttive per compilatore sono un approccio in rapida evoluzione che permette agli sviluppatori di aumentare con la massima semplicità le capacità del proprio codice fornendo solo alcuni suggerimenti al compilatore per istruirlo sulle modalità di parallelizzazione dell'applicazione.

Per ulteriori informazioni sulle GPU Tesla, visitare l'indirizzo www.nvidia.it/tesla.  Per altre informazioni su CUDA, visitare l'indirizzo developer.nvidia.com/cuda-zone

Press Release

Redazione XtremeHardware