• Hardware
  • Posted
  • Hits: 1016

Keepod giunto alla versione 4

K4_Logo

NSEC, azienda italiana produttrice di Keepod, annuncia oggi la versione 4 del proprio prodotto di punta.

Le novità più importanti dell’ultima release di Keepod sono legate a nuove funzionalità tecniche, che rendono il device ancora più unico sul mercato, e ad un design completamente rinnovato.

Keepod, il dispositivo di memoria sicuro più sottile al mondo, crittografato a livello hardware, da oggi è anche completamente cross-platform e può lavorare indifferentemente su piattaforme Windows, Mac OS o Linux, mantenendo tutte le sue caratteristiche di sicurezza e di facilità d’uso. L’esperienza dell’utente rimarrà completamente inalterata grazie alla nuova interfaccia grafica utilizzata sui 3 sistemi operativi, che regola l’accesso ai dati crittografati in pochi e semplici click.

Con questa nuova versione, Keepod va sempre più incontro alle esigenze del mondo enterprise che oltre a proteggere i propri asset, deve anche poterli gestire agevolmente: sono stati infatti introdotti dei componenti di gestione centralizzata, che permettono all’azienda un maggior controllo sulla propria infrastruttura.

 

 

Oltre a migliorare “dentro”, Keepod è cambiato anche fuori: in occasione del lancio della nuova versione, la veste grafica della “card” è stata completamente rinnovata, grazie alla collaborazione con il brillante designer belga-olandese Justus Bruns, che ha voluto esprimere anche nella grafica la versatilità del device.

“In NSEC lavoriamo costantemente per offrire ai nostri clienti delle soluzioni complete e sempre al passo con i tempi” - dichiara Nissan Bahar, CEO di NSEC – “Riteniamo che le novità che presentiamo oggi rendano Keepod ancora più interessante per le aziende di tutti i settori e di tutte le dimensioni. Creare una soluzione compatibile con i diversi sistemi operativi presenti sul mercato era un nostro importante obiettivo per il 2009 e siamo felici di poter annunciare oggi di averlo raggiunto.”

Queste nuove caratteristiche e funzionalità migliorano sempre di più una soluzione che in passato è già stata definita da importanti testate giornalistiche italiane come un “PC tascabile che entra nel portafoglio”. Da Keepod, infatti, è possibile lanciare direttamente qualsiasi applicazione, senza installarla sul PC e senza lasciare alcuna traccia del proprio lavoro. Tutto questo è reso possibile dalla tecnologia ThinApp di VMware che permette, infatti, di virtualizzare le applicazioni e portarle sempre sul proprio Keepod nel portafoglio.

Grazie a Keepod e a ThinApp è possibile dotare i dipendenti di una grande azienda del software necessario per il loro lavoro, senza disperdere risorse economiche nell’installazione di suite complete che l’utente finale spesso utilizza solo in minima parte, e permettendo loro di lavorare ovunque, eliminando il legame con un singolo PC *.

L’associazione tra le applicazioni virtualizzate e Keepod apre, inoltre, nuove opportunità per le aziende produttrici di software, aiutandole a proteggere il proprio patrimonio intellettuale e offrendo una piattaforma innovativa per la distribuzione dei propri prodotti.

Grazie alle sue caratteristiche tecniche, poi, Keepod è facilmente integrabile con i diversi sistemi di data leakage prevention presenti sul mercato. Tali sistemi mirano a proteggere i dati aziendali sia dalle minacce esterne che da quelle interne e la combinazione con Keepod offre ai clienti una soluzione completa in questa direzione.

 

- Pirro Jacopo -