• Hardware
  • Posted
  • Hits: 726

8 core e 3miliardi di transistor a 32nm per Intel Itanium Poulson

intel_logonews
A febbraio le prime informazioni sulla nuova soluzione server di casa Intel, in collaborazione con HP.




 
Le attuali soluzioni Intel per server ad alto profilo prevedono l'utilizzo di processori Itanium 2 quad-core con tecnologia Tukwila sviluppata a 65 nanometri in un unico die monolitico da 2 miliardi di transistor e 24MB o 30MB di cache L2.
A febbraio 2011, in occasione del International Solid State Circuits Conference, Intel avrà modo di parlare della nuova soluzione pensata e sviluppata per questo settore: l'Intel Itanium Poulson.
Sviluppato con un processo produttivo a 32nm, Poulson dovrebbe essere composto da circa 3,1 miliardi di transistor e 8 core fisici.
La nuova architettura dovrebbe implementare nuove istruzioni dedite al miglioramento delle prestazioni nell'ambito della virtualizzazione.
Nonostante lo sviluppo di Tukwila sia stato travagliato, ricordiamo che la sua nascita era prevista nel 2007 e invece la presentazione è avvenuta quest'anno, Intel e HP non sembrano intenzionate a tirarsi indietro, dando fiducia alla nuova tecnologia e dimostrando di aver capito dove stavano gli errori che hanno causato il ritardo di Tukwila.
Realworldtech sostiene che Poulson dovrebbe affidarsi all'interconnessione QPI.
Intanto sul web possiamo trovare notizia sul successore di Poulson, Kittson, che a quanto pare manterrà quasi certamente lo stesso processo produttivo, ma Intel non conferma tali indiscrezioni.
Qui un'immagine dell'architettura e di alcune specifiche dell'attuale Tukwila: 
tukwila

Angelo Ciardiello
XtremeHardware Staff