• NAS
  • Posted
  • Hits: 3459

Buffalo LinkStation LS520D

Tags: nasreviewrecensionetestbuffalols250d

Buffalo LS520D foto 08Quest’oggi andremo ad analizzare un NAS rivolto alle utenze domestiche ed agli uffici prodotto e commercializzato da Buffalo; parliamo del modello LS250D.

 

 

 

 

 

 

buffalo logo

Facente parte del gruppo Melco, fondato nel lontano 1975 da Makoto Maki in Giappone, Buffalo Inc. è solo una delle 14 subordinate della più grande holding, entrata nel mercato delle periferiche per computer nel 1981.

Durante gli anni il colosso ha iniziato, e continua a produrre, una vasta gamma di prodotti rivolti alla memorizzazione, sia essa a lungo termine che volatile, come ad esempio: RAM, Flash Memory, Flash USB, CD-ROM/DVD-RW Drives, Hard Disk esterni e da poco SSD (nel mercato giapponese). Inoltre fanno parte del portfolio dell'azienda anche altre periferiche di uso comune, come ad esempio stampanti, display LCD, prodotti LAN ed altro ancora.

home

Il Buffalo LS520D è un Network Attached Storage appartenente alla famiglia “LinkStation” dotato di due bay e caratteristiche che lo collocano nella fascia “SOHO” del mercato, ovvero la fascia che raggruppa tutti quei NAS destinati a piccoli uffici o utenze domestiche.

L’azienda ha deciso di immettere sul mercato il prodotto coadiuvato da entrambi i dischi già installati all’interno del sistema, e pertanto non è possibile acquistare il sistema privo di dischi.

Possiamo scegliere tra vari “tagli” per quanto riguarda la capienza di storage; partendo da 2TB fino ad arrivare a 8TB, passando per le configurazioni che vedono coppie di dischi da 2TB (4TB totali) e 3TB (6TB finali).

La versione testata dalla nostra redazione è quella “base”, contenete due dischi da 1TB ciascuno.

L’LS520D è mosso dunque da un processore Realtek RTD1195N Dual-Core operante alla frequenza di 1.1GHz affiancato da 256MB di RAM DDR3. Tra le connettività troviamo la porta di rete LAN RJ-45 ed una unica porta USB 3.0.

Vi annunciamo già che nonostante le caratteristiche hardware piuttosto “entry-level” le performance si sono rilevate molto buone… andiamo a vedere.

Prev
Next »