Skingloves: guanti invernali per dispositivi touchscreen

skinglovesSiamo nel pieno dell’inverno e le rigide temperature rendono difficoltoso utilizzare il cellulare in ambienti esterni senza una protezione nelle mani. Skingloves ci viene in aiuto con i suoi guanti per dispositivi touchscreen. Li abbiamo provati per voi in questa recensione.

 

 

 

 

 

Skingloves è un’azienda italiana che commercializza guanti progettati per funzionare su dispositivi touchscreen di tipo capacitivo.

skingloves_logo

 

I cellulari e i tablet che utilizzano questo tipo di tecnologia sfruttano la variazione di capacità dielettrica tipica dei condensatori sullo schermo del dispositivo. Questo viene ricoperto da un sottilissimo strato di ossido metallico sulla parte esterna. Negli angoli del pannello viene applicata una minima tensione che si propaga uniforme su tutta la superficie dello schermo favorita dall’ossido di metallo presente su di esso. Qualora un dito o un diverso materiale conduttore di elettricità tocca lo schermo, instantemente avviene una variazione di capacità sulla superficie dello schermo, che viene letta attraverso una matrice di condensatori a film posizionati su un altro pannello posto al di sotto della parte esterna dello schermo, che solitamente può essere vetro o altro materiale plastico.

A differenza degli schermi touch screen di tipo resistivo, in cui la pressione di un qualsiasi oggetto è sufficiente per garantire l’interazione con il dispositivo tramite il contatto dei due film conduttivi presenti nello schermo, quelli di tipo capacitivo non riescono a funzionare con materiali comuni non conduttivi.

Ciò vale anche per i guanti e i comuni pennini. Esistono in commercio da diverso tempo pennini per tablet in grado di emulare l’accoppiamento capacitivo delle dita, mentre per i guanti gli Skingloves costituiscono la prima soluzione completamente integrata in grado di ovviare a tale problema.

 

Li analizzeremo in dettaglio nel corso della recensione.

 

Prev
Next »