Razer DeathAdder Chroma

Razer DeathAdder Chroma 9

Come accennato anche nel video Unboxing dopo aver analizzato il nuovissimo Razer DeathAdder Elite (QUI la recensione) abbiamo fatto un passo indietro ed oggi andremo a testare anche il precedente modello ovvero il Razer DeathAdder Chroma. La serie di mouse DeathAdder da sempre è nel cuore di moltissimi videogiocatori grazie ad una forma super ergonomica, prestazioni sempre ottime merito del sensore ottico da 10.000 DPI (in questa versione), ampia customizzazione grazie al software Razer Synapse e con il sistema Chroma ampia possibilità di personalizzazione anche a livello di illuminazione. Procediamo velocemente.

Razer Logo Nuovo

L’azienda Razer fu fondata nel 1998 a San Diego, California, da Min-Liang Tan e dal Presidente Robert "Razerguy" Krakoff in un piccolo ufficio condiviso con altri gamers. Razer è cresciuta a tal punto che oggi conta centinaia di impiegati in tutto il mondo, con uffici in 9 città internazionali come San Francisco, Amburgo, Seoul, Shanghai e Singapore. Il loro obbiettivo era quello di creare il più grande brand gaming del mondo, cercando di produrre le migliori periferiche da gaming, che i tutti i videogiocatori avrebbero desiderato. A distanza di 15 anni, possiamo dire che Razer è riuscita nel proprio intento. Razer sviluppa i suoi prodotti cooperando con gamers professionisti che partecipando a tornei di fama mondiale consentono all’azienda di migliorare i propri prodotti grazie ai loro feedback. L’azienda è famosa anche per il supporto al movimento del eSports nei primi anni 2000, con il finanziamento del primo torneo mondiale con un montepremi di $100K. Le persone che lavorano in Razer sono videogiocatori, alcuni amatoriali, alcuni ex-professionisti e da questo è nato il motto dell’azienda “For Gamers. By Gamers”.

Prev
Next »