• Games
  • Posted
  • Hits: 2131

FALLOUT 4 - Recensione e analisi di un piccolo capolavoro

INTROSignore e Signori, è finalmente arrivato sul mercato il successore di una delle migliori serie videoludiche mai prodotte, Fallout 4. Il produttore, Bethesda, è maestro in questo settore, ed è molto difficile che possa deludere i vecchi fan appassionati della serie; chi vi sta scrivendo considera questi software, più che giochi, arte digitale. Potrebbe sembrare strano, surreale, forse eccessivo, ma siamo arrivati al punto che la complessità intrinseca di questa categoria di prodotti sia in effetti talmente imponente che l'eventuale completamento dell'innumerevole quantità di "quest" interne alla storia (ovvero storie parallele a quella principale), richieda un elevatissimo numero di ore, addirittura difficilmente quantificabile. Bisognerebbe riflettere anche sul concetto di quantità rapportata alla qualità, ed è scontato affermarlo, ma appunto anche sotto questo punto di vista, F4 stupisce. Il mondo in cui si viene proiettati, una volta entrati nell'ottica del personaggio interpretato, e liberamente personalizzabile, dá l'impressione di essere vivo, forse caotico in alcuni frangenti, ricolmo di possibilità, personaggi, storie parallele, dettagli, finezze estetiche, diversità ambientale e non ultimo per importanza, l'impressione che ci sia un marcato elemento di longevità. Se a ciò aggiungiamo la storica, e certificata, possibilità di modificare liberamente una buona parte degli elementi del gioco mediante l'importante comunità di modders, presente e molto capace, ci si rende immediatamente conto delle intrinseche potenzialità del gioco. Chi vi scrive ha poco interesse a recensire un misero giocherello per PC o console; ha interesse invece a perdersi, per quanto possibile e soprattutto laddove possibile, all'interno di mondi paralleli, frutto dell'immaginazione umana e delle arti digitali appunto. Benvenuti in questo mondo. Buona lettura.

 

INTRO

 

Nella vostra tranquillità, magari con un bel cappuccino caldo e zuccherato, siete comodamente seduti e, in un attimo di pausa lavorativa, state leggendo un articolo digitale su uno schermo, alimentato da energia elettrica. Immaginate di svegliarvi domani e di essere a cavallo tra la fine del 21'esimo e 22'esimo secolo dopo Cristo, nei dintorni di Boston, nella regione Americana del Commonwealth: è una tranquilla mattinata, venite svegliati da vostra moglie e fate colazione con lei, per poi andare a cambiare il pannolone a vostro figlio nella culla. Giornale, televisione e news della mattinata, solite - apparentemente inutili - preoccupazioni, cappuccino, cornetto e divano, in attesa di procedere con le routine della modernità, e della macchina lavorativa a cui purtroppo, volenti o nolenti, non c'è scampo (

). Suona il campanello, ci alziamo e apriamo la porta: è un addetto della “Vault-Tec”Corporation, una delle società principali responsabili della creazione di rifugi di emergenza, di nuova generazione, contro potenziali minacce nucleari alla nazione Statunitense. Ci viene riconfermato il nostro inserimento nella lista cittadina al Vault 111, e ci viene ricordato della necessaria preparazione per esercitazioni. Con sufficienza lo liquidiamo, ringraziandolo come se recasse sventura, o più propriamente disturbo. 15 minuti dopo, un allarme; ci affacciamo alla finestra, passa una trasmissione criptata in televisione del dipartimento di sicurezza nazionale. Cosa diavolo sta succedendo? Che sia davvero una escalation tra l’occidente e la Russia a seguito delle recenti tensioni di confine in Europa, oppure che sia l’esercitazione ricordata poc’anzi dall’addetto? La preoccupazione sale, i battiti cardiaci aumentano, e nostra moglie comincia a andare in panico; si corre da nostro figlio, lo si fascia e si prende la 24ore del lavoro, svuotandola e riempiendola delle strette necessità. Fuori da casa, cerchiamo di capire cosa stia succedendo ! Si viene quasi storditi dalla fortissima sirena ed i primi annunci mediante i megafoni della cittadina cominciano a cercare di tranquillizzare la popolazione, e consigliare di presentarsi immediatamente davanti alle proprie abitazioni in attesa dei mezzi della sicurezza nazionale. Tutti coloro i quali hanno un contratto Vault-Tec, sono pregati di recarsi verso il centro di raccolta, seguendo gli addetti di sicurezza. Una volta arrivati a destinazione, si passano i tornelli di sicurezza, lasciandosi alle spalle la disperazione delle persone, donne bambini e anziani, che purtroppo non sono state selezionate; si arriva all’ingresso del vault e la procedura di attivazione delle porte di sicurezza viene attivata. Improvvisamente un silenzio, ed una gigantesca luce. Ci si butta a terra immediatamente coprendosi la vista. Un’onda sonora in lontananza scuote gli edifici e la vegetazione e si avvicina a folle velocità, ma fortunatamente si è già sottoterra per via della discesa verticale della piattaforma del Vault. Il cielo sopra di noi cambia colore, ci arriva una piccola vampata di calore e le luci generali della piattaforma di discesa vanno in tilt; vengono azionati i generatori ausiliari e tutto attorno diventa di colore rosso, luci intermittenti, urla di disperazione dei nostri vicini, e incredulità.

 

Tutto il nostro mondo, le nostre certezze, sono state letteralmente vaporizzate in un battito di ciglia. La potenza dell’Atomo, unita alle sue conseguenze ed alla bramosia di potere dell’uomo, hanno portato la nostra intera esistenza nel vortice dell’apocalisse termonucleare.

 

FALLOUT4 00023

 

 

Fatta questa premessa, rielaborando brevemente gli eventi iniziali, torniamo al nostro piccolo mondo, consapevoli che per fortuna quanto letto poc’anzi, è una semplice astrazione mentale, e fortunatamente soprattutto un misero gioco per PC e console. In sostanza Fallout 4, strutturalmente e concettualmente, presenta meccaniche e tipologia di gioco molto simili a quel meraviglioso capolavoro di Skyrim, del medesimo produttore. Quest'ultimo titolo venne analizzato, dal qui presente, in un articolo dedicato: http://www.xtremehardware.com/forum/showthread.php?t=30750 . Per questa ragione si ha quindi la possibilità di  per la possibilità di visitare un complesso mondo autoregolamentato, con NPC (Non-Playable-Characters) che rendono vivo e mutevole l’ambiente e le città, una economia interna e complesse interazioni sociali, per via delle numerose fazioni interne alla regione del Commonwealth.

 

E'stata addirittura realizzata una app per smartphones chiamata fallout shelter, ed è posssibile acquistare l'edizione limitata del gioco con una versione del Pip-Boy funzionante, mediante cosa? Una applicazione dedicata sugli smartphones che funge da schermo del pip-boy, e che si interfaccia con il vostro gioco, replicando l'inventario, lo sviluppo del personaggio e addirittura la mappa !! Semplicemente incredibile, una idea eccelsa.

 

Link: http://www.engadget.com/2015/11/09/fallout-4-pip-boy-hands-on/

 

b

 

Di seguito l’introduzione del gioco, mediante il trailer originale di Bethesda::

 

Riportiamo il link al sito principale di Bethesda

https://www.fallout4.com/

 

Prev
Next »