• Liquid
  • Posted
  • Hits: 5952

Test Comparativo Pompe PHOBYA DC12-220, DC12-260 e DC12-400

pompe_phobya_dc12In questa recensione XtremeHardware ha testato per voi le pompe per impianti a liquido Phobya. Prodotte in tre modelli, DC12-220, DC12-260 e DC12-400, sono ideali per realizzare un impianto a liquido con una spesa modica.

 

 [ENGLISH VERSION]

 

 

 

 

Negli anni precedenti abbiamo assistito all’introduzione nel mercato del liquid cooling di pompe sempre più potenti e conseguentemente più rumorose, dettate dalla necessità di avere portate e pressioni in grado di lavorare con waterblock sempre più restrittivi.  Negli ultimi 2 anni, il mercato ha operato un cambio di rotta. A seguito di waterblock, e relativi accessori, sempre meno restrittivi, garantendo un pari, se non migliore, coefficiente di dissipazione dei precedenti, i produttori si sono concentrati nel migliorare il rendimento in funzione della portata e del rumore prodotto in esercizio. Ecco quindi che sono comparse sul mercato pompe di nuova generazione, che variano per tipo di tecnologia adottata, potenza, dimensione e tensione di alimentazione.

 

Per pompa, si intende una macchina operatrice in grado di trasferire energia ad un liquido. A seconda di come avviene questo trasferimento energetico, si hanno due tipi di pompe:

 

  • pompe volumetriche      (ossia che spostano quantità di liquido costanti per ogni ciclo di funzionamento)
  • pompe cinetiche            (grazie alla forza centrifuga, il liquido incrementa la sua forza cinetica che viene trasformata in energia di pressione. La potenza erogata dipende quindi dalla prevalenza)

 

Un’altra classificazione generale che possiamo fare è:

  • pompe a moto rotatorio      (ossia centrifughe, ad ingranaggi, a capsulismi, a segmenti, a membrana, etc.)

di cui mostriamo delle foto di esempio di seguito

Foto_A1

Foto_A2

Foto_A3
  • pompe a moto alternativo  (ossia a stantuffo ad esempio)

di seguito un esempio

Foto_B1

Con il termine prevalenza viene indicato il dislivello massimo che una pompa può complessivamente far superare ad un fluido.

 

Le pompe che tratteremo oggi sono di tipo rotativo, con girante a palette. Nel paragrafo a seguire entreremo in dettaglio sugli aspetti tecnici della serie di pompe Phobya DC12-220, DC12-260 e DC12-400.

Prev
Next »