• Air
  • Posted
  • Hits: 3119

Thermalright True Spirit 140 BW Rev.A

True Spirit 140 BW Rev.A 34In questi anni la corsa ai nuovi sistemi All-in-One è un continuo susseguirsi di modelli e soluzioni nuove ma non sempre modelli nuovi indicano prestazioni migliori. Oggi vogliamo riproporvi l’analisi di un dissipatore ad aria che nel corso degli anni con le sue nuove release è riuscito a mantenere invariate le prestazioni offrendo una valida scelta per chi voleva rimanere fedele a sistemi ad aria senza spendere troppo. Andremo a recensire ed analizzare il Thermalright True Spirit 140 BW Rev.A, l’ultima versione di questo “piccolo” dissipatore monotorre che sa ancora il fatto suo. Procediamo immediatamente con l’analisi del dissipatore.

 

 

 

 

Thermalright logo

 

Sin dalla nascita del brand nel 2001, Thermalright si è sempre dedicata alla continua ricerca e progettazione di soluzioni di dissipazione ad aria per circa un decennio. Durante la ricerca sono stati rilasciati e registrati vari brevetti che hanno reso ad oggi Thermalright una delle realtà più consolidate nella progettazione di dissipatori ad aria. Nel corso degli anni sempre più aziende hanno cercato di imitare o prendere spunto dalle tecnologie di Thermalright segno che questa azienda taiwanese è sempre stata precursore di nuovi orizzonti e soluzione atte a migliorare la dissipazione dei componenti hardware del computer in particolare modo dei processori. Gli obiettivi a cui Thermalright punta per ogni prodotto che viene immesso in commercio sono la qualità e le prestazioni. Basta notare i generosi bundle a cui vengono accompagnati i dissipatori. Inoltre Thermalright ha sempre cercato, e continua a farlo, di rendere l’installazione dei propri prodotti user friendly. Di seguito vi illustriamo brevemente i prodotti che hanno reso celebre il brand Thermalright nel corso degli anni:

  • 2001. Viene introdotto il Thermalright SK6, primo dissipatore con corpo lamellare in rame e clip per il fissaggio della ventola.
  • 2003. Thermalright SP94. Vengono introdotte alcune heatpipe per lo scambio termico e realizzato interamente in rame. Primo prodotto indirizzato alla pratica dell’’overclock
  • 2004. Thermalright XP120. La ricerca continua è viene realizzato il primo dissipatore in grado di installare una ventola da 120 mm per garantire prestazioni maggiori. Anche questo prodotto punta verso l’overclock.
  • 2005. Thermalright passa al primo dissipatore a torre. Stiamo parlando del Thermalright HR-01 precursore degli attuali Macho e serie HR. Corpo lamellare maggiorato e impiego di un numero maggiore di heatpipe nickelate.
  • 2006. Thermalright annuncia e commercializza il precursore degli attuali prodotti in commercio. Parliamo dell’Ultra 120 Extreme.

 

Prev
Next »