• Air
  • Posted
  • Hits: 3320

Phanteks PH-TC12DX: una piccola tigre - Conclusioni

 

Conclusioni

 

oro  performance  design

 

Prestazioni 4,5 stelle - copia Piccole dimensioni ma grandi performance potenziali 
Prezzo 4,5 stelle - copia Dato il bundle, è eccellente 
Design 4,5 stelle - copia Molto moderno, si evince la ricercatezza
Bundle 5 stelle Eccellente
Ventola 5 stelle Doppia, e che qualità 
Montaggio 5 stelle Perfetto
Complessivo 5 stelle

 

 

 

Phanteks non poteva fare altro che stupirci nuovamente, e così è stato. Il dissipatore è uno dei modelli migliori in circolazione e viene fornito con tutti gli accessori necessari per spremerlo al massimo, già in partenza. La pasta termica è una delle migliori, per performance e applicazione, le ventole sono eccelse, il dissipatore strutturalmente valido e moderno, il prezzo infine molto onesto, dato l’eccellente bundle. La disponibilità è immediata ed il prezzo di commercializzazione si attesta a 54.99 € per la versione bianca, mentre per le versioni nera, rossa e blu siamo sui 60€.

 

Punti di forza

  • prestazioni elevate
  • lavorazione eccellente
  • finitura in Nichel delle heatpipes
  • finitura peculiare delle alette
  • eccellenti ventole in dotazione
  • push Pull nativo
  • base che non necessita di modifiche
  • sistema di assemblaggio delle ventole stabile e peculiare Phanteks
  • pasta termica PH-NDC in dotazione

 

Al fine di migliorare la qualità dei prodotti, abbiamo pensato di inserire una serie di consigli  tecnici, di modo che sia possibile visionare i punti da modificare per le prossime revisioni. Si badi bene però che sono considerazioni opinabili e non correlate alle intenzioni del produttore, che ovviamente ritiene, in base alla propria organizzazione dei modelli sul mercato, cosa è giusto fare. Xtremehardware consiglia dunque le seguenti modifiche strutturali:

  • Phanteks ci ha abituato bene, e potremmo dire che non ne abbiamo trovati. Effettivamente è quasi perfetto. L’unico punto dolente potrebbero essere per le performance a bassi RPM, ma date le potenzialità complessive basta settarle a 1000-1100 RPM e si risolve il problema.

 

Si ringrazia Phanteks per il prodotto fornitoci in test.

Trinca Matteo

« Prev
Next